Ossigeno puro in pineta

Ieri siamo andati al parco naturale di Cervia c’erano tanti animali e abbiamo farrotante foto divertendomi molto, l’aria che si respirava era tanto fresca sentendomi rigenerata!
Abbiamo organizzato un bellissimo pic nic tutti assieme poi verso le cinque siamo rientrati in hotel. Dopo la cena una parte del gruppo ha visto lo spettacolo degli animatori, io anche è stato bellissimo, poi prima di andare a dormire mi sono presa la tisana al tiglio mi ha rilassata tantissimo.
Ieri sera non ho fatto la doccia perche non me la sono sentita, oggi ho scoperto che Gherta ha l’appendicite inffiamata ma mi hanno detto di stare tranquilla e non dovrebbe essere niente di grave, speriamo!
Oggi sono un pò triste perchè ho saputo del’appendicite della mia operatrice fino a ieri ho continuato a dargli alcuni consigli e continuerò a darglieli.
Domani ci aspetta una giornata meravigliosa perchè andremo in barca a vela.

Categories: Blog | Leave a comment

Vincisgrassi maceratesi

I Vincisgrassi sono le tipiche lasagne al forno marchigiane. Piatto estremamente gustoso e saporito, particolarmente ricco e nutriente che, come vuole la tradizione, viene condito con un ragù misto di maiale e manzo, rigaglie di pollo e besciamella. Molte sono le varizioni dei vincisgrassi, giacchè ogni famiglia maceratese vanta di custodire la ricetta originale.
Difficoltà: media
Dosi: 6 persone
Preparazione:
150 min
Cottura:
30 min
La ricetta
» Ingredienti per: Vincisgrassi maceratesi
Farina: 1/2 kg + 100 (per besciamella), Uova: 5, Carne di manzo: 200 g di spezzatino magro, Carne di maiale: 200 g di spezzatino magro, Pancetta: 80 g, Rigaglie di pollo: 150 g, Cipolla: 2, Sedano: 1 costola, Carote: 1, Vino bianco: 1 bicchiere, Pomodori: 1 l di passata, Latte: 1 l, Burro: 100 g, Olio extravergine d’oliva: q.b., Sale: q.b., Pepe: q.b., Noce moscata: q.b., Formaggio Parmigiano Reggiano: abbondante,
» Preparazione di: Vincisgrassi maceratesi
Pasta:
Fare una sfoglia sottile con farina e uova. Tagliare delle larghe lasagne della grandezza di circa un palmo della mano, lessarle un po’ alla volta in abbondante acqua salata. A metà cottura scolarle, passarle in acqua fredda e adagiarle ad asciugare su un canovaccio.
Sugo:
In un capace tegame mettere un po’ d’olio, una noce di burro, cipolla e pancetta ben tritate, e fare soffriggere. Quando la cipolla è dorata aggiungere la carne macinata e le rigaglie, ben pulite e tagliate a pezzettini, e fare proseguire il soffritto. Versare la passata di pomodoro, aggiungere sale e far cuocere per almeno un’ora per far restringere il pomodoro.
Preparare la salsa besciamella, raddoppiando le dosi della ricetta.
Imburrare una teglia rettangolare dal bordo basso, disporvi uno strato pasta, distribuirvi la salsa di carne precedentemente preparata, la besciamella e imbiancare con parmigiano reggiano. Disporre un successivo strato di pasta sfoglia e ripetere l’operazione fino a che non avrete terminato gli ingredienti facendo attenzione a non superare l’orlo della teglia in quanto durante la cottura il sugo può fuoriuscire (5/6 strati sono l’ ideale).
Disporre sull’ ultimo strato di pasta delle foglie di burro, poi porre la teglia in forno preriscaldato a 180 – 200 °C e lasciare cuocere per circa 20 – 25 minuti.

» Curiosità
Secondo la tradizione il nome “vincisgrassi” fu coniato da un cuoco maceratese o, secondo una variante, una cuoca anconetana, che preparò la succulenta pietanza in onore di un generale austriaco di nome Windisch Graetz, vincitore contro Napoleone nell’assedio di Ancona del 1799.
In realtà il piatto era già presente nella tradizione culinaria marchigiana e nel 1781 appariva già nel libro di cucina del cuoco maceratese Antonio Nebbia.

Categories: Cucina | Leave a comment

Il mio primo giorno di computer

E’ bello stare al computer, so tante cose, se ci fosse stata la tastiera esterna avrei scritto da sola,comunque mi sto divertendo lo stesso perché sto conoscendo alcuni ragazzi che l’anno scorso non erano presenti, poi la loro conoscenza mi arricchisce molto e provo tantissime emozioni, che mi fanno stare bene perché posso esprimerle in modo sereno e conciso.

Ieri sera quando siamo andati al mercatino siamo stati ad un bar e Gerta ha chiesto per me una tisana al tiglio, mi sono divertita perché eravamo tutti insieme e c’era anche un concerto nella piazzetta, nel frattempo è arrivato il gruppo Anse ed io ho conosciuto una ragazza bionda, molto bella che si chiama Carlotta, ed è anche molto simpatica.

Ieri mattina sono stata alla Casa delle Farfalle e una farfalla si è posata sul bracciale della carrozzina e mi sono molto divertita perché ho pensato: attraggo anche le farfalle: la farfalla era di colore marrone chiaro con dei puntini bianchi, poi la farfalla mi piace molto perché mi ricorda una certa cosa: una vasca a farfalla ergonomica che ogni quindici giorni posso utilizzare a turno per rilassarmi.

In questo soggiorno mi sto divertendo molto perché le persone che mi stanno accanto sono molto gentili: Ciro, Federico, Chiara, Hanna, Gerta, Michele, Max, Marco, Tiziana mi fa divertire molto, è molto simpatica, anche Stefano.

La seconda sera c’erano alcuni mercatini davanti l’hotel, ho comprato alcuni souvenir per me, avrei voluto comprare delle cose anche per Gerta, ma lei mi ha ringraziato dicendomi che non era necessario che prendessi delle cose per lei.

Ieri pomeriggio sono andata alla Spa dell’albergo e mi è piaciuta molto perché c’era la piscina con l’idromassaggio, e mi sono molto divertita e spero di poterla rifare.

 

Un bacio a tutti quanti voi

 

Debora

Categories: Blog | Leave a comment

un film… un mare di emozioni…

Da quando avevo visto il trailer poco prima del soggiorno pensavo “sarebbe figo

vederlo con i miei amici di sempre” e… grazie al nostro CT Emanuele questo piccolo

ma grande desiderio, che ha “contagiato” parecchia gente… oltre i miei pronostici…

è divenuto realtà… una magnifica realtà…

L’inizio del film è un pò “hot”, tanto da essere definita pervertita… ma poi la SLA

si prende poco a poco il corpo di Kate… la protagonista del film che poi affida se stessa

ad una ragazza inesperta che cerca solo un lavoro come tanti, ma che poi diventa pura

amicizia… tanto da affidare a lei la sua stessa vita quando sarà in condizioni di non potersi

imporre alle cure mediche del caso… nello specifico ad una tracheotomia…

Il finale non ve lo dico ma portatevi una valanga di fazzoletti perchè vi serviranno…

Vi dico solo che Million Dollar Baby è un peso piuma rispetto a questo peso massimo!!

 

Ciao da Tix

Categories: Filmoni danon perdere | Leave a comment

Primi giorni a Cervia

da sabato 29 agosto siamo ritornati a Cervia.

Sono arrivato verso le 12.00  in hotel  e quest’anno per la terza volta il mio accompagnatore è Marco Pelliccia e siamo in una tripla insieme ad Jose che è uno dei jolly.

l’hotel è sempre lo stesso.

Quest’anno ho ritrovato Tizana e sto facendo nuove amicizie. con operatori e ragazzi nuovi.

 

Categories: Blog | Leave a comment